Rimedio per il singhiozzo

Il singhiozzo e'una contraziore spasmodica del diaframma, ovvero una contrazione involontaria e contemporaneamente una rapida chiusura della glottide, è proprio tale fenomeno a determinare il tipico suono "hic".
Il diaframma è il muscolo che ci aiuta a respirare espandendo la gabbia toracica mentre respiriamo. Le contrazioni del diaframma sono controllate dai nervi frenici e proprio una irritazioni di tali nervi porta al singhiozzo. Le cause più comuni che alterano il nervo frenico e che sono causa della involontaria contrazione del diaframma sono: repentiva dilazione dello stomaco a causa di una veloce ingestione di cibo o liquidi, bere liquidi eccessivamente caldi o freddi, sbalzi di temperatura, abuso di alcol che potrebbero danneggiare la mucosa gastrica e conseguentemente irritare il diaframma. Per queste cause più comuni il singhiozzo è un fenomeno temporaneo che dura pochi minuti e al quale è possibile porre subito rimedio con delle piccole pratiche, che sebbene non hanno una base scientifica risultano efficaci, che rilassano o contraggono in modo repentino il muscolo.

  • Apnea: inspirare profondamente e trattenere il fiato per 15-20 secondi, ripetere per 2-3 volte;
  • Acqua: bere rapidamente piccoli sorsi di acqua;
  • Ghiaccio: degluttire un pò di ghiaccio tritato finemente;
  • Starnuto: cercare di provocare uno starnuto;
  • Zucchero: ingoiare velocemente un cucchiaino di zucchero;
  • Limone: ingoiare velocemente un cucchiaino di succo di limone;
  • Aceto: prendere un cucchiaino di aceto;
  • Agopuntura: fare pressione con l'unghia degli indici sul punto di agopuntura situato all'interno dei padiglioni auricolari che è associato al rilassamento muscolare;
  • Spavento: prendere uno spavento causa una contrazione del diaframma che può aiutare a fare passare il singhiozzo ma può peggiorarlo (e provocarlo a chi non lo ha).