Perchè si dice "Salute!" quando una persona starnutisce?

Etciù. Salute!
Perchè si dice "Salute!" quando una persona starnutisce?
Esistono varie fonti che spiegano tale significato.

Pare che l’uso di dire “Salute!” a chi starnuta abbia origine dal filosofo Aristotele il quale diceva che, in tal modo, si onorava il Cervello, sede del Buon Senso e dello Spirito: e lo starnuto era in qualche modo un suo “discorso”, il modo che aveva il Cervello per esprimersi.

Altri dicono che risalga all’epoca del Papa Gregorio Magno (VI sec. dC), quando scoppiò una tremenda pestilenza che si preannunciava con violenti starnuti: e quindi augurare salute era vitale.

Fra i romani si riteneva che lo starnuto provenisse dall'anima vitale, che era collocata nella testa, e proprio a questa convinzione si connetteva l'usanza di dire a colui che starnutiva "salve", di frequente appellandolo per nome (Plinio, Naturalis historia, 27, 2, 23). Anche nei secoli successivi lo starnuto era inteso come espressione spontanea della vita all'interno della testa. Ancora nel 17° secolo Th. Browne (Pseudodoxia epidemica, 3, 9) scriveva che il tabacco fiutato, provocando lo starnuto, consentiva la salutare espulsione di vapore dal cervello.